Banca dati musicale

Musicista

Riz Ortolani

Riz Ortolani

nato il 25.3.1926 a Pesaro, Marche, Italia

morto il 23.1.2014 a Roma, Latium, Italia

Links www.rizortolani.com (Italiano, Inglese)

Riz Ortolani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Riz Ortolani, all'anagrafe Riziero Ortolani (Pesaro, 25 marzo 1926 – Roma, 23 gennaio 2014), è stato un compositore italiano.

Biografia

Ultimo di sei fratelli, a dodici anni fu iscritto da suo padre, appassionato di opera lirica, al Conservatorio Gioachino Rossini della sua città natale, dove studiò composizione e flauto.[1] Diplomatosi a 19 anni, entrò nell'orchestra stabile di Pesaro come primo flauto. A 22 anni fu ingaggiato a Roma come pianista in una sala da ballo e successivamente entrò nella RAI come arrangiatore di orchestre radiofoniche. Nei primi anni cinquanta fondò una jazzband e nel 1954 firmò la sua prima trasmissione come direttore d'orchestra per il programma radiofonico Occhio magico.

Tra il 1955 e il 1960 visse prevalentemente all'estero lavorando come direttore d'orchestra in prestigiosi locali da ballo, tra cui il Ciro's di Hollywood; nel 1956 in Messico sposò con rito civile la cantante Katyna Ranieri. Il matrimonio fu trascritto in Italia solo otto anni dopo, con la celebrazione del rito religioso. La coppia ha avuto una figlia Rizia Ortolani. Rientrato in Italia nel 1961, scrisse con Nino Oliviero la colonna sonora per il film di Gualtiero Jacopetti, Paolo Cavara e Franco Prosperi Mondo cane, la cui canzone dei titoli di testa (More) vinse un Grammy e fu candidata all'Oscar come canzone originale.

More fu un enorme successo internazionale e nel giro di pochi anni venne incisa in più di trecento versioni. Ha fondato una orchestra di musica leggera che porta il suo nome e con essa ha girato il mondo intero proponendo musica propria e di vari altri compositori, realizzando diverse incisioni di dischi 78 giri sotto etichetta RCA Italiana con il cantante Rino Loddo, anche in duetti con Katyna Ranieri. Un'altra sua composizione famosa è quella dei titoli per il film O' Cangaceiro del 1970, diretto da Giovanni Fago.

Ortolani scrisse oltre 200 colonne sonore tra le quali una lunga serie di western tedeschi Apache last battle e molti gialli italiani. Tra le sue colonne sonore più note: Il sorpasso del 1962, Danza macabra del 1964, Africa addio del 1966, I giorni dell'ira del 1967, Addio zio Tom del 1971, Fratello sole, sorella luna del 1972, Sette orchidee macchiate di rosso del 1972, Non si sevizia un paperino del 1972, Io ho paura del 1977 e Cannibal Holocaust del 1980.

Nel 1967 ha curato le musiche dello sceneggiato televisivo La fiera della vanità. Nel 2004, nell'ambito del Premio Pippo Barzizza, gli è stato assegnato il Trofeo alla carriera in qualità di arrangiatore e compositore. Di recente ha composto la sua prima opera teatrale, Il principe della gioventù, andata in scena prima mondiale al Teatro La Fenice di Venezia il 4 settembre 2007. Sue musiche sono state usate per i film Kill Bill: Volume 1 nel 2003, Kill Bill: Volume 2 nel 2004, Bastardi senza gloria nel 2009, Drive nel 2011 e Django Unchained nel 2012.

Muore a Roma il 23 gennaio 2014, all'età di 87 anni[2].

Filmografia

1954
  • Le vacanze del Sor Clemente
1955
  • Processo all'amore
1956
  • I miliardari
  • Serenata al vento
  • Terrore sulla città
1958
  • Música de siempre
1959
  • Siempre estaré contigo
  • Sábado negro, (canzone "Blues Negro")
1961
  • Malesia magica
  • Ursus nella valle dei leoni
1962
  • Flying Clipper - Traumreise unter weissen Segeln
  • Mondo cane
  • Il crollo di Roma
  • Il sorpasso
1963
  • La vergine di Norimberga
  • La donna nel mondo, regia di Paolo Cavara, Gualtiero Jacopetti e Franco Prosperi
  • Il mondo di notte numero 3, regia di Gianni Proia
  • El Sabor de la venganza
1964
  • The Yellow Rolls-Royce
  • Antes llega la muerte
  • Cavalca e uccidi
  • The 7th Dawn
  • Danza macabra, (come Ritz Ortolani)
  • La battaglia di Fort Apache
  • La cittadella, sceneggiato televisivo (come Ritz Ortolani)
  • Le ore nude
1965
  • David Copperfield, miniserie televisiva
  • Berlino - Appuntamento per le spie
  • Das Geheimnis der drei Dschunken
  • The Glory Guys
  • El Diablo también llora
  • The Car That Became a Star
  • Con rispetto parlando
1966
  • Maya
  • Africa addio
  • Non faccio la guerra, faccio l'amore
  • Operación Goldman
  • La ragazza del bersagliere
1967
  • Tiffany memorandum
  • Cifrato speciale
  • Woman Times Seven
  • Requiescant, (come Roger Higgins)
  • Mal d'Africa
  • The Spy with a Cold Nose
  • Sette volte donna (Woman Times Seven), regia di Vittorio De Sica
1968
  • Kampf um Rom I
  • Lady Hamilton - Zwischen Schmach und Liebe
  • The Bliss of Mrs. Blossom
  • Anzio, (anche "This World Is Yours")
  • Al di là della legge
  • Banditi a Milano
  • La cintura di castità
  • I giorni dell'ira
  • I morti non si contano (¿Quién grita venganza?), regia di Rafael Romero Marchent
  • Sequestro di persona
  • Colpo grosso alla napoletana (The Biggest Bundle of Them All), regia di Ken Annakin
  • La freccia nera, sceneggiato televisivo
1969
  • La collina degli stivali, (canzone "Sotto la panca")
  • La cattura
  • Così dolce... così perversa
  • Una sull'altra
  • Il dito nella piaga
  • Cinque figli di cane
  • Kampf um Rom II - Der Verrat
  • Las Bahamas Nassau
  • Un caso di coscienza
  • La donna a una dimensione
  • Indianápolis
  • Islas del Caribe: Barbados
  • Quel negozio di Piazza Navona, miniserie televisiva
  • Il suo modo di fare
  • Buonasera, signora Campbell
1970
  • Madron
  • The McKenzie Break
  • La ragazza di nome Giulio, regia di Tonino Valerii
  • Ciakmull - L'uomo della vendetta, regia di Enzo Barboni
  • Andrea Doria -74
  • Con quale amore, con quanto amore
  • Le avventure di Gerard
  • O' Cangaceiro
  • Disperatamente l'estate scorsa
  • La notte dei serpenti
  • La prima notte del dottor Danieli, industriale, col complesso del... giocattolo
1971
  • Addio zio Tom
  • E le stelle stanno a guardare, miniserie televisiva
  • Nella stretta morsa del ragno
  • Confessione di un commissario di polizia al procuratore della repubblica
  • Il giorno dei lunghi fucili
  • The 43rd Annual Academy Awards, TV (canzone "Till Love Touches Your Life")
  • Say Hello to Yesterday
  • The Statue
  • La colomba non deve volare, regia di Sergio Garrone
  • Il merlo maschio
  • Non commettere atti impuri
1972
  • Una ragione per vivere e una per morire
  • Non si sevizia un paperino, (come Ritz Ortolani)
  • Girolimoni, il mostro di Roma
  • L'etrusco uccide ancora
  • Abuso di potere
  • Fratello sole, sorella luna
  • Sette orchidee macchiate di rosso
  • The Valachi Papers
  • Teresa la ladra
  • Tutti fratelli nel west... per parte di padre
1973
  • Gli eroi
  • La coppia
  • Un camino
  • Il consigliori
  • Days of Fury
  • Bisturi - La mafia bianca
  • Le Complot
  • La morte negli occhi del gatto
  • Si può essere più bastardi dell'ispettore Cliff?
  • Cari genitori
  • Dio, sei proprio un padreterno!
  • No il caso è felicemente risolto
1974
  • Chi sei?
  • There Is No 13
  • Le guerriere dal seno nudo
  • Contratto carnale
  • La faccia violenta di New York
  • Nuova Guinea, l'isola dei cannibali
  • Per amare Ofelia, (canzoni "Fataltango" e "Wherever You May Go")
1975
  • Qui comincia l'avventura
  • Ritratto di donna velata, serie televisiva
  • Mondo candido, regia di Gualtiero Jacopetti e Franco Prosperi
1976
  • Scandalo
  • Mimì Bluette... fiore del mio giardino
  • Natale in casa d'appuntamento, TV
  • Perché si uccide un magistrato, regia di Damiano Damiani
1977
  • Io ho paura
  • Casanova & Co.
  • Passi di morte perduti nel buio, regia di Maurizio Pradeaux
  • La ragazza dal pigiama giallo, (canzoni "Your Yellow Pijama" e "Look at Her Dancing")
  • Sahara Cross
  • Doppio delitto, regia di Steno
1978
  • Le braghe del padrone
  • Enigma rosso, regia di Alberto Negrin
  • Gegè Bellavita
  • Giallo napoletano
  • Primo amore
1979
  • The Fifth Musketeer
  • Contro 4 bandiere
  • Gli anni struggenti
  • Atsalut pader
  • Il corpo della ragassa
  • Un dramma borghese
  • Letti selvaggi
  • Brutes and Savages
  • Cyclone
1980
  • La casa sperduta nel parco
  • Vestire gli ignudi, TV
  • Maria - Nur die Nacht war ihr Zeuge
  • Cannibal Holocaust
  • L'avvertimento
  • Tutti gli uomini del parlamento
1981
  • Nessuno è perfetto
  • Fantasma d'amore
  • Aiutami a sognare
  • Cappotto di legno
  • Miele di donna
  • There Was a Little Girl
1982
  • Mafalda
  • Valentina
  • I camionisti
  • Più bello di così si muore
  • Porca vacca
1983
  • 1919, crónica del alba
  • La ragazza di Trieste
  • Un foro nel parabrezza
  • Una gita scolastica
  • Zeder
1984
  • La piovra, miniserie televisiva
  • Tuareg - Il guerriero del deserto
  • I guerrieri dell'anno 2072
  • Giuseppe Fava: siciliano come me
  • Impiegati
  • Noi tre
1985
  • Miranda
  • Christopher Columbus, miniserie televisiva
  • Festa di laurea
1986
  • L'inchiesta
  • Regalo di Natale
  • La Bonne
  • La sporca insegna del coraggio
1987
  • Capriccio
  • Ultimo minuto
1988
  • Una casa a Roma, TV
  • La collina del diavolo
  • I ragazzi di via Panisperna
1989
  • Killer Crocodile
  • Storia di ragazzi e di ragazze
  • Gioco al massacro, regia di Damiano Damiani
  • Il ricatto (miniserie televisiva), regia di Tonino Valerii
1990
  • Il sole buio, regia di Damiano Damiani
  • Una fredda mattina di maggio, TV
  • Killer Crocodile 2
  • Nel giardino delle rose
1991
  • Vendetta: Secrets of a Mafia Bride, TV
  • A Season of Giants, TV
  • Paprika
  • Fratelli e sorelle
  • La primavera di Michelangelo
1992
1993
  • La famiglia Ricordi, miniserie televisiva
  • Magnificat
1994
1995
  • Fermo posta Tinto Brass
1998
  • Grandes ocasiones
  • Il testimone dello sposo
1999
  • La via degli angeli
  • Ama il tuo nemico, TV
2001
  • I cavalieri che fecero l'impresa
2002
  • Liebe, Lügen, Leidenschaft, miniserie televisiva
2003
  • Kill Bill: Volume 1, (dal film "I Giorni dell'ira") (come Riziero Ortolani)
  • Il cuore altrove
2004
  • Beyond the Sea, (canzone "More")
  • Kill Bill: Volume 2, (dal film "I Giorni dell'ira") (come Riziero Ortolani)
  • La rivincita di Natale
2005
  • La seconda notte di nozze
  • Ma quando arrivano le ragazze?
2006
  • La cena per farli conoscere
2007
  • Il nascondiglio
2007
  • Il principe della gioventù OperaMusical - teatrale

Programmi radiofonici RAI

  • Rosso e nero n° 2 varietà di Antonio Amurri, Faele, Ricci e Romano, con Nino Manfredi, Paolo Ferrari, Gianni Bonagura con Corrado orchestra diretta da Riz Ortolani, regia di Riccardo Mantoni, i venerdì sera ore 21 secondo programma 1955 1956.
  • Città notte , di Ezio D'Errico, con Carlo Romano e Ubaldo Lay, musiche di Riz Ortolani, regia di Anton Giulio Majano, domenica 5 agosto 1956, programma nazionale ore 16,30.
  • Cantate con noi , fantasia musicale, cantano Francesco Albanese, Paolo Bacilieri, Nunzio Gallo, Katyna Ranieri, Elsa Peirone, orchestre Riz Ortolani, Bruno Canfora, presentano Corrado e May Britt, domenica 5 agosto 1956 secondo programma ore 21.
  • Il destino si chiama Zadig , fiaba di Antonio Passaro, con Ubaldo Lay, Jolanda Verdirosi, Paolo Panelli, Alberto Lupo, Lydia Alfonsi, Cesare Polacco, Lauro Gazzolo, Vinicio Sofia, Isa Bellini, Riccardo Cucciolla, musiche di Riz Ortolani, regia Anton Giulio Majano, lunedì 16 giugno 1956, secondo programma ore 21.
  • L'arpa d'erba di Truman Capote, commedia con Rina Morelli, Lina Volonghi, Lauro Gazzolo, Corrado Pani, Rina Franchetti, musiche di Riz Ortolani, regia di Anton Giulio Majano, venerdì 22 giugno 1956, terzo programma ore 21,20.
  • Vecchio e nuovo, Canzoni e ritmi di mezzo mondo, presentano Katina Ranieri e Riz Ortolani, con Nicola Arigliano e Quartetto Cetra 1961.

Note

  1. ^ Paolo Patrizi, ORTOLANI, Riz, in Enciclopedia del cinema, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2004.
  2. ^ È morto Riz Ortolani, il maestro delle colonne sonore, in La Repubblica, 23 gennaio 2014. URL consultato il 24 gennaio 2014.

Bibliografia

  • Il Radiocorriere, annate varie

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autorità VIAF (EN69116461 · ISNI (EN0000 0001 0912 7540 · SBN IT\ICCU\UFIV\123536 · LCCN (ENn86870327 · GND (DE134477758 · BNF (FRcb138981241 (data)
Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 27.02.2018 17:06:41

Questo articolo si basa sull'articolo Riz Ortolani dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.