Banca dati musicale

Musicista

Spencer Williams

nato il 14.10.1889 a New Orleans, LA, Stati Uniti d'America

morto il 14.7.1965 a Flushing, NY, Stati Uniti d'America

Links www.riverwalkjazz.org (Inglese)

Spencer Williams

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Spencer Williams (New Orleans, 14 ottobre 1889 – Flushing, 14 luglio 1965) è stato un compositore, pianista e cantante statunitense di musica jazz. Fra i suoi maggiori successi si ricordano "Basin Street Blues", "I Ain't Got Nobody", "Royal Garden Blues", "I've Found a New Baby", "Everybody Loves My Baby", "Tishomingo Blues" e molti altri.

Biografia

Studiò alla St. Charles University di New Orleans.[1][2] e quindi si spostò a Chicago nel 1907 e poi a New York intorno al 1916. A New York scrisse numerose canzoni con Anton Lada dei Louisiana Five. Fra queste "Basin Street Blues" che divenne forse il suo pezzo più popolare, eseguito ancora ai nostri giorni.[2]

All'epoca della prima guerra mondiale scrisse "Squeeze Me" con Fats Waller.[1]

Williams fece tournée in Europa dal 1925 al 1928; durante questo periodo compose per Joséphine Baker alle Folies Bergère di Parigi. Williams tornò poi a New York per alcuni anni e nel 1932 in Europa dove trascorse diversi anni a Londra prima di andare a Stoccolma nel 1951, dove passò la maggior parte del resto della sua vita. Tornò a New York poco prima della sua morte avvenuta a Flushing.[2]

I suoi maggiori siuccessi comprendono "Basin Street Blues", "She'll Be Comin Around That Mountain", "I Ain't Got Nobody", "Royal Garden Blues", "Mahogany Hall Stomp", "I've Found a New Baby", "Everybody Loves My Baby", "Shimmy-Sha-Wobble", "Boodle Am Shake", "Tishomingo Blues", "Fireworks", "I Ain't Gonna Give Nobody None of My Jelly Roll", "Arkansas Blues", "Paradise Blues", "When Lights Are Low","Dallas Blues" e "My Man o' War".

Williams venne introdotto nella Songwriters Hall of Fame nel 1970.[3]

Note

  1. ^ a b Tishomingo Blues:Spencer Williams, Riverwalk Jazz. URL consultato il 13 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 13 giugno 2010).
  2. ^ a b c Jason Ankeny, Biography of Spencer Williams, AllMusic. URL consultato il 13 settembre 2010.
  3. ^ Spencer Williams, Songwriters Hall of Fame. URL consultato il 13 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 13 ottobre 2010).
Controllo di autorità VIAF (EN66654018 · ISNI (EN0000 0001 1068 4934 · LCCN (ENn80095908 · GND (DE135248930 · BNF (FRcb13926234v (data) · NLA (EN36025850
Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 26.07.2018 07:26:18

Questo articolo si basa sull'articolo Spencer Williams dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.