Banca dati musicale

Musicista

Michel Legrand

Michel Legrand - © 2006 mvonlanthen

nato il 24.2.1932 a Paris, Île-de-France, Francia

morto il 26.1.2019 a Paris, Île-de-France, Francia

Links www.rfimusique.com (Francese)
www.michellegrandofficial.com (Inglese)

Michel Legrand

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Michel Legrand (Parigi, 24 febbraio 1932) è un compositore francese di musica pop e di colonne sonore cinematografiche.

Premi Oscar Miglior Colonna Sonora

Vittorie

  • Quell'estate del '42 (1972)
  • Yentl (1984)

Nomination

  • Les Parapluies de Cherbourg (1964)
  • Josephine (1967)
  • Il caso Thomas Crown (1969)

Premi Oscar Miglior Canzone

Vittorie

  • Il caso Thomas Crown (1969)

Nomination

  • Les Parapluies de Cherbourg (1964)
  • Lieto fine (1970)
  • Noi due (1971)
  • Amici come prima (1982)
  • Yentl (1984) (2 nomination)

Filmografia parziale

  • Gioventù nuda (Terrain vague), regia di Marcel Carné (1960)
  • Questa è la mia vita (Vivre sa vie: Film en douze tableaux), regia di Jean-Luc Godard (1962)
  • Un'adorabile idiota (Une ravissante idiote) , regia di Édouard Molinaro (1963)
  • Les Parapluies de Cherbourg, regia di Jacques Demy (1964)
  • Bande à part, regia di Jean-Luc Godard (1964)
  • Josephine (Les Demoiselles de Rochefort), regia di Jacques Demy (1967)
  • Base Artica Zebra (Ice Station Zebra), regia di John Sturges (1968)
  • Il caso Thomas Crown (The Thomas Crown Affair), regia di Norman Jewison (1968)
  • Lieto fine (The Happy Ending), regia di Richard Brooks (1969)
  • Ardenne '44, un inferno (Castle Keep), regia di Sydney Pollack (1969)
  • La piscina (La piscine), regia di Jacques Deray (1969)
  • La favolosa storia di Pelle d'Asino, regia di Jacques Demy (1970)
  • Cime tempestose (Wuthering Heights), regia di Robert Fuest (1970)
  • Messaggero d'amore (The Go-Between), regia di Joseph Losey (1971)
  • La canzone di Brian (Brian's Song), regia di Buzz Kulik (1971)
  • Quell'estate del '42 (Summer of '42), regia di Robert Mulligan (1971)
  • La divorziata (Les feux de la chandeleur), regia di Serge Korber (1972)
  • Una donna in attesa di divorzio (One Is a Lonely Number), regia di Mel Stuart (1972)
  • La signora del blues (Lady Sings the Blues), regia di Sidney J. Furie (1972)
  • Niente di grave, suo marito è incinto (L'événement le plus important depuis que l'homme a marché sur la lune), regia di Jacques Demy (1973)
  • La signora a 40 carati (40 Carats), regia di Milton Katselas (1973)
  • I tre moschettieri (The Three Musketeers), regia di Richard Lester (1973)
  • Breezy, regia di Clint Eastwood (1973)
  • F come falso (Vérités et mensonges), regia di Orson Welles (1974) - Documentario
  • Il mio uomo è un selvaggio (Le Sauvage), regia di Jean-Paul Rappeneau (1975)
  • Il flauto a sei Puffi (La Flûte à six schtroumpfs), regia di Eddie Lateste e Peyo (1976)
  • Lady Oscar, regia di Jacques Demy (1979)
  • Ricominciare ad amarsi ancora (Falling in Love Again), regia di Steven Paul (1980)
  • Atlantic City, USA (Atlantic City), regia di Louis Malle (1980)
  • Il cacciatore di taglie (The Hunter), regia di Buzz Kulik (1980)
  • Bolero (Les uns et les autres), regia di Claude Lelouch (1981)
  • Amici come prima (Best Friends), regia di Norman Jewison (1982)
  • Il regalo (Le cadeau), regia di Michel Lang (1982)
  • Mai dire mai (Never Say Never Again), regia di Irvin Kershner (1983)
  • Un amore in Germania (Eine Liebe in Deutschland), regia di Andrzej Wajda (1983)
  • Yentl, regia di Barbra Streisand (1983)
  • Quando l'estate muore (As Summers Die), regia di Jean-Claude Tramont (1986)
  • Arrivederci Roma, regia di Clive Donner (1990)
  • Prêt-à-Porter, regia di Robert Altman (1994)
  • I miserabili (Les misérables), regia di Claude Lelouch (1995)
  • Pranzo di Natale (La bûche), regia di Danièle Thompson (1999)
  • And Now... Ladies & Gentlemen, regia di Claude Lelouch (2002)
  • Max Rose, regia di Daniel Noah (2013)
  • Crossing, miniserie TV del 1986 dal romanzo omonimo di Danielle Steel, regia Karen Arthur

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autorità VIAF: (EN152160636 · ISNI: (EN0000 0001 2186 7242 · LCCN: (ENn82004250 · GND: (DE130482552 · BNF: (FRcb138964967 (data) · NLA: (EN35764869
Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 10.12.2017 14:42:22

Questo articolo si basa sull'articolo Michel Legrand dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.