Elisa

nato il 19.12.1977 a Monfalcone, Friuli-Venezia Giulia, Italia

Alias Elisa Toffoli

Links www.elisaweb.net (Italiano)
elisatoffoli.de (Tedesco)

Elisa (cantante)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Elisa
Nazionalità: Italia
Genere: Musica d'autore
Adult alternative rock
Pop rock
Soul
Neo soul
Ambient
Elettronica
Blues
Trip hop
Periodo
attività
:
1996 - in attività
Album: 11: 5 studio, 2 live, 4 raccolte
Si invita a seguire lo schema del Progetto Musica

"È la danza più dolce che io abbia mai ballato, ciò che sento è la musica che mi scorre nelle vene, è fatta delle notti, del mare, dei campi, del profumo dell'asfalto quando piove"
(da Fairy Girl, 2001)
"Elisa crede in quello che fa, è una testarda come noi cantautori che ci siamo fatti amare negli anni '60 sostenendo a tutti i costi le nostre idee.[1]"

Elisa Toffoli (Trieste, 19 dicembre 1977) è una cantautrice, compositrice, polistrumentista e , arrangiatrice e produttrice discografica italiana.

Originaria di Monfalcone, Elisa è una delle poche cantautrici italiane a scrivere la quasi totalità dei testi in inglese. Il suo repertorio è costituito principalmente da adult alternative rock e pop rock[2], ma numerose sono le influenze di vari generi musicali, quali ad esempio, elettronica,[3] ambient, trip hop[4] e blues. Venne scoperta dal grande pubblico a 19 anni con l'album d'esordio Pipes & Flowers, ma la notorietà giunse grazie alla vittoriosa partecipazione al Festival di Sanremo 2001 con la canzone Luce (tramonti a nord est). La cantautrice ha venduto circa 2 milioni di dischi, prevalentemente in Italia, in 12 anni di carriera[5].

Biografia e carriera

Elisa Toffoli nasce a Trieste il 19 dicembre del 1977. La zona d'Italia in cui cresce risente di svariate culture, come dimostra il fatto che la cantautrice ha parenti russi e francesi.[6] Sin da giovane si dedica alla musica (oltre che alla danza, la pittura e la recitazione), sfruttando il clima culturale particolare della zona di confine con l'area balcanica e l'Europa orientale. Le sue prime influenze musicali, riprese poi in alcuni brani e video, sono Björk, Tori Amos, Sarah Vaughan, Aretha Franklin ed Ella Fitzgerald. Ascolta inoltre moltissimo i Doors leggendo e ammirando tantissimo i testi di Jim Morrison e le poesie di Rudyard Kipling. [7] [8]

All'età di undici anni scrive i suoi primi testi e compone melodie. A tredici anni, alternando il lavoro di parrucchiera, comincia ad esibirsi come corista, cantante e musicista in vari gruppi locali, sperimentando diversi generi musicali.[9] Nel 1992 a quattordici anni, appare in una puntata della trasmissione televisiva Karaoke condotta da Fiorello, che in quei giorni faceva tappa a Gorizia.[10] A quindici anni collabora come corista alla realizzazione dell'album reggae War Mongers dei Positive Men.

1995-1998. Pipes & Flowers, l'album d'esordio

A sedici anni Elisa incontra ad un provino Caterina Caselli, la quale, positivamente impressionata dalla sua voce e dai suoi testi, un anno dopo le dà la possibilità di firmare il suo primo contratto discografico con la Sugar Music, etichetta da lei stessa gestita. Nel 1996, a diciotto anni, parte per Berkeley (California) dove, insieme a Corrado Rustici (produttore di Zucchero, Francesco De Gregori, Claudio Baglioni e collaboratore, in passato, di Whitney Houston ed Aretha Franklin), lavora alle canzoni dell'album d'esordio.

L'album viene anticipato di alcuni mesi dal singolo Sleeping in Your Hand, pubblicato alla fine di maggio del 1997. Pipes & Flowers viene infine pubblicato il 22 settembre 1997 e in poco tempo conquista il quadruplo disco di platino in Italia. Elisa è autrice o co-autrice di tutti i testi, scritti in inglese, e anche delle musiche. Per questo suo debutto nel 1998 vince la Targa Tenco e il PIM (Premio Italiano della Musica).

Elisa comincia poi a farsi conoscere anche attraverso alcune esibizioni dal vivo: alla prima edizione dell'Heineken Jammin' Festival di Imola e in seguito come special guest durante il tour europeo di Eros Ramazzotti, aprendo i suoi concerti.

Dopo la pubblicazione dell'album in mezza Europa, cominciano una serie di collaborazioni con produttori stanieri e italiani che porta alla realizzazione di varie canzoni. La prima ad essere pubblicata è Cure Me, prodotta da Darren Allison (Skunk Anansie, Spiritualized) e pubblicata come singolo alla fine del 1998. Per l'occasione Pipes & Flowers esce in una nuova edizione che comprende anche questa canzone. Le altre, dal sound prettamente elettronico paragonabile allo stile di Bjork, verranno invece tenute in serbo per essere poi pubblicate nel secondo album.

Il 1998 è l'anno in cui comincia una lunga e talvolta fruttuosa simbiosi tra le canzoni di Elisa e il mondo del cinema. Le canzoni A Feast for Me e So Delicate So Pure vengono inserite nella colonna sonora del film Amiche davvero!! di Marcello Cesena, mentre l'anno dopo Cure Me viene inclusa nella colonna sonora del film La prima volta di Massimo Martella.

1998-2001. Asile's World e la vittoria a Sanremo

A tre anni di distanza dall'album di debutto, il 5 maggio 2000 esce Asile's World, il secondo album dell'artista. Come anticipato dal singolo Gift, l'album segna una netta quanto inattesa inversione di rotta rispetto alle sonorità di Pipes & Flowers. Asile's World, prodotto da quattro diversi produttori tra cui Howie B, è infatti un prodotto caratterizzato da arrangiamenti elettronici, composto tanto da semplice synth-pop quanto da pure sperimentazioni elettroniche che si discostano fortemente dal genere pop rock, predominante invece nell'album precedente.

Nonostante Elisa non apprezzi particolarmente le gare canore, Caterina Caselli le propone di partecipare alla 51ª edizione del Festival di Sanremo. La cantautrice si presenta sul palco del Teatro Ariston con la sua prima canzone in italiano, Luce (tramonti a nord est), brano non pensato per il Festival e scritto dalla stessa Elisa con la collaborazione di Zucchero e prodotto da Corrado Rustici.[11] La cantautrice friulana, accompagnata dagli archi del Solis String Quartet, arriva al primo posto della competizione e si aggiudica anche il premio della critica, mentre la giuria di qualità, presieduta da Gino Paoli, introduce un premio appositamente per lei, miglior interprete del Festival.[12] Riguardo alla partecipazione al Festival, Elisa dirà: «Sono venuta perché è l'evento musicale italiano più seguito. E io volevo proporre non me, ma la canzone. In questo modo, in cinque minuti 15 milioni di persone l'hanno ascoltata. Non mi sento in gara».[13] A seguito alla partecipazione al Festival esce una nuova edizione dell'album Asile's World contenente anche il brano sanremese. Elisa successivamente tornerà a Sanremo come ospite nel 2007.

Nello stesso anno, in occasione dell'apertura del Futur Show a Genova al Goa-Boa Festival, Elisa canta a Bologna davanti a ventimila persone, inserita in un cast internazionale comprendente Manu Chao e Tricky; si esibirà inoltre al concerto di Natale in Vaticano.

2001-2003. Then Comes the Sun ed Elisa

Anticipato dal singolo Heaven Out of Hell, il 9 novembre 2001 esce il terzo album di Elisa, Then Comes the Sun. L'album, prodotto da Corrado Rustici e caratterizzato da sonorità pop acustiche con alcune evasioni nel rock e nell'elettronica, musicalmente si rivela più semplice del precedente, ma dai testi più intimisti.

In questo periodo la cantante riceve svariati premi e riconoscimenti: nello stesso giorno del lancio del suo terzo album Elisa viene eletta miglior artista italiana agli MTV Europe Music Awards di Francoforte[14], il 26 novembre 2001 si aggiudica tre premi agli Italian Music Awards[15], viene poi premiata al Premio Italiano della Musica come miglior artista femminile e miglior singolo Luce (tramonti a nord est)[16] e a dicembre 2002 ottiene tre nomination agli Italian Music Awards.

Sono inoltre numerose le sue apparizioni ad eventi e programmi televisivi: il 5 gennaio 2002 è tra i super ospiti su Rai Uno del programma Un Ponte fra le stelle, la Befana dei bambini vittime delle guerre e del terrorismo, realizzato con il Patrocinio dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, in primavera canta al concerto del Primo Maggio e al Pavarotti & Friends, dove duetta con il celebre tenore nel brano Voglio vivere così (col sole in fronte) e infine, per il secondo anno consecutivo, si esibisce al concerto di Natale in Vaticano.

Alla fine di febbraio 2002 Elisa canta l'Inno di Mameli, riarrangiato da Michele Centonze (Jovanotti, Pavarotti) in versione jazz, durante la cerimonia di chiusura dei XIX Giochi olimpici invernali tenutisi a Salt Lake City (USA) che prevedeva il passaggio di consegne a Torino, dove, nel 2006, si sarebbero svolti i XX Giochi olimpici invernali. In seguito, Maurizio Gasparri[17], esponente di Alleanza Nazionale, rivela il suo disappunto per il remake dell'inno nazionale e ne nasce una piccola polemica.

In agosto 2002, mentre l'album Then Comes the Sun ottiene triplo disco di platino in Italia, viene pubblicato un greatest hits della cantautrice per il mercato europeo, intitolato semplicemente Elisa, che contiene canzoni dai primi tre album, in prevalenza da Then Comes the Sun. L'album esce in più di venti nazioni fra cui Germania, Spagna e Olanda ed è anticipato dal singolo Come Speak to Me, versione inglese di Luce (tramonti a nord est).

Nel mese di ottobre Elisa debutta al Teatro Massimo di Palermo come protagonista di Ellis Island, un'opera musicale sul tema dell'immigrazione, con musiche di Giovanni Sollima, la regia di Marco Baliani e i testi di Roberto Alajmo.

2003-2004. L'omaggio a Mia Martini e Lotus

Nel 2003 Elisa torna a cantare in italiano: interpreta una cover di Almeno tu nell'universo, una delle più famose canzoni di Mia Martini, scomparsa nel 1995. La canzone, scritta da Bruno Lauzi e Maurizio Fabrizio, è il tema principale del film Ricordati di me di Gabriele Muccino. Il videoclip è firmato dal regista Richard Lowenstein, noto per aver diretto in passato anche gli U2. Almeno tu nell'universo esce il 14 febbraio 2003 in contemporanea con il film e conquista subito il primo posto della classifica italiana.[18]

Successivamente esce il singolo Nessuna certezza dei Tiromancino, dove Elisa canta con Federico Zampaglione e Meg dei 99 Posse. Sempre nel 2003 Elisa collabora al disco Poco mossi gli altri bacini degli Avion Travel.

Alla fine del 2003 esce Lotus, il primo album interamente acustico della cantautrice goriziana, anticipato dal singolo Broken. Il nuovo lavoro contiene alcuni dei successi di Elisa in versione acustica, tre cover (Femme Fatale dei The Velvet Underground, Hallelujah di Jeff Buckley ed Almeno tu nell'universo, che in quest'occasione viene registrata in una nuova versione acustica) e sei brani inediti. L'album è seguito da un lungo tour acustico che porta Elisa per diversi teatri italiani.

All'inizio del 2004 esce un doppio DVD dall'omonimo titolo. Nel primo disco è contenuta la registrazione del concerto tenuto da Elisa nel dicembre 2003 per MTV Supersonic, mentre nel secondo è contenuto un documentario diretto da Luca Guadagnino sul lavoro in studio e in sala di registrazione della cantautrice.

2004-2006. Pearl Days e nuovi singoli

"Nella cultura di oggi, così rumorosa e veloce, abbiamo bisogno di artisti veri che esprimano cose di cui non abbiamo nemmeno il tempo di parlare. Artisti come Elisa.[19]

"

Pearl Days, il quinto album di Elisa uscito il 15 ottobre 2004, presenta sonorità rock più energiche rispetto ai suoi lavori precedenti e in netto contrasto col più intimista Lotus. Il CD, anticipato dal singolo Together il 17 settembre, è prodotto dall'americano Glen Ballard, già produttore di Alanis Morissette e Anastacia, che dà un sound molto internazionale all'album.

L'anno seguente viene pubblicato il secondo lavoro di Elisa in italiano, Una poesia anche per te, adattamento della canzone Life Goes On, dedicata alla sua famiglia e già contenuta in Pearl Days. Il nuovo singolo viene aggiunto alla nuova edizione del disco uscita lo stesso giorno, il 15 aprile 2005[20]. Il singolo durante la prima settimana raggiunge la posizione numero 7 della classifica italiana e, pur arrivando al massimo in seconda posizione, sarà record di vendite. È il quarto singolo più venduto del 2005.

In questo periodo Elisa partecipa al Live 8, il 2 luglio 2005 al Circo Massimo di Roma, alla Cerimonia di chiusura dei XX Giochi olimpici invernali, il 26 febbraio 2006 a Torino, assieme ad Andrea Bocelli, Avril Lavigne e Ricky Martin, e l'8 settembre 2006 all'anteprima alla Notte bianca a Roma in Piazza di Siena (Villa Borghese) con Pino Daniele, Ivano Fossati e Fiorella Mannoia.

Alla decima edizione del Premio Lunezia (2005), Elisa viene decretata autrice dell'anno in riferimento al testo ed alla musica di Una poesia anche per te[21], mentre nel novembre 2005 la cantautrice vince il Premio Video Italiano, nella categoria artista femminile, per il video della stessa canzone, che Elisa stessa ha diretto.[22][23]

Nel 2005 esce l'album di Ron Ma quando dici amore, in cui il cantante dornese è accompagnato da Elisa nel brano da cui l'album prende il titolo. Collabora inoltre con il gruppo Jade incidendo il singolo Opera e con Simona Bencini, che presenta al 56° Festival di Sanremo il brano Tempesta, la cui musica fu scritta da Elisa.

Verso la fine del 2005 Elisa realizza Swan, il tema portante della colonna sonora del film Melissa P di Luca Guadagnino. La canzone viene prodotta da Michele Centonze (produttore anche di Almeno tu nell'universo) e il singolo, uscito il 25 novembre, rimane per dieci settimane nella Top 10 dei dischi più venduti in Italia.[24][25]

Nel 2006 viene pubblicato un altro singolo legato ad un film, Teach Me Again, in cui la cantautrice duetta con Tina Turner. La canzone venne realizzata per il film All the Invisible Children, il quale arriva al festival del cinema di Venezia. Il singolo, che entra direttamente al primo posto in classifica[26][27], viene pubblicato anche in Europa e gli incassi provenienti dalla vendita vengono devoluti all'Unicef.

Un'ulteriore occasione di collaborare col mondo del cinema le è data da Lintver (nome di una piccola creatura mitologica, una sorta di folletto delle Valli del Natisone), un lungometraggio sperimentale pubblicato nel luglio 2006 per il quale Elisa cura l'intera colonna sonora, costituita per lo più da pezzi strumentali che hanno il compito di sostituire quelli che sarebbero i dialoghi in un normale film.

2006-2007. Soundtrack '96-'06 e altre raccolte

Per festeggiare i primi dieci anni di carriera, il 17 novembre 2006 venne pubblicato il primo greatest hits italiano della cantautrice, intitolato Soundtrack '96-'06, contenente molti dei suoi successi dagli esordi di Sleeping in Your Hand alla recente Swan, e anche quattro brani inediti, tutti usciti in radio. L'album è anticipato dal brano Gli ostacoli del cuore, scritto da Luciano Ligabue, che sarà il brano più trasmesso dalle radio di tutta Italia per più di tre mesi consecutivi, secondo la classifica Music Control.[28][29] Per promuovere la raccolta, prima nel gennaio, poi nell'aprile e infine durante l'estate 2007 si tiene il Soundtrack Live Tour, un tour che riscuote il tutto esaurito in tutte le sue date. Il tour termina il 24 settembre con una data speciale a Villa Manin a Codroipo (UD), dove Elisa aveva espresso il desiderio di esibirsi per motivi affettivi.

Soundtrack '96-'06 scala la classifica degli album più venduti, rimanendo tra il primo e il secondo posto per più di quindici settimane[30][31][32] e diventando così il terzo album più venduto del 2006.[33] Già il 2 dicembre 2006, in occasione dei Nickelodeon Kids' Choice Awards, Elisa viene premiata, per le prime 80.000 copie vendute, con il "Disco arancione".[34] Il 2 marzo 2007 viene premiata da Pippo Baudo con il Disco di diamante per 500.000 copie vendute, in occasione della 57ª edizione del Festival di Sanremo, dove Elisa canta, come ospite, Luce, Almeno tu nell'universo ed Eppure sentire (un senso di te). Il 6 giugno 2007 Elisa riceve quindi il Wind Music Award per le 600.000 copie vendute. Alla finalissima del Festivalbar 2007 vince un Premio Speciale per i dieci anni di carriera e per l'album Soundtrack '96-'06, primo in classifica dopo 40 settimane dall'uscita. È la prima artista femminile a vincere questo premio, che fu vinto solo cinque volte nelle 44 edizioni e che non veniva conferito dal 1998.

Il 5 luglio 2007 è ospite di Andrea Bocelli al Teatro del Silenzio di Lajatico, col quale duetta nella canzone La voce del silenzio, esibendosi poi con il suo brano Dancing.

Nell'estate del 2007 esce Caterpillar, seconda raccolta internazionale di Elisa, che contiene una tracklist molto simile a Soundtrack '96-'06. L'album, anticipato dal singolo Stay, viene pubblicato tra agosto e settembre ed esce anche in Italia in edizione limitata.

Il 16 novembre esce il cofanetto Soundtrack '96-'06 Live contenente il primo CD live della cantautrice e il DVD del concerto tenuto al Forum di Assago a Milano durante il Soundtrack Live Tour 2007.

Nel novembre 2007 la cantautrice vince inoltre il Premio Video Italiano, nella categoria artista femminile, per il video di Eppure sentire (un senso di te) diretto da Giovanni Veronesi. Nella classifica redatta da MTV Top 100 of 2007 Elisa (assieme a Nelly Furtado, Linkin Park, Maroon 5, Mika e Avril Lavigne) è l'artista con più canzoni in classifica durante il 2007: si tratta dei singoli Gli ostacoli del cuore (posizione 49), Eppure sentire (un senso di te) (posizione 51) e Stay (arrivata al quarto posto). Inoltre è l'artista italiana che raggiunge la posizione più alta.

2007-2008. Dancing, l'album d'esordio americano

Il 15 luglio 2008 viene pubblicato l'album Dancing negli Stati Uniti, che il 25 agosto appare anche in Canada. L'uscita dell'album segue il successo della canzone Dancing, già in vendita su iTunes America sotto forma di EP), che aveva ottenuto un enorme riscontro per esser stata utilizzata in una coreografia del programma televisivo americano So You Think You Can Dance?.[35] Secondo un sondaggio della rivista Billboard, l'album si è piazzato al 5° posto tra i migliori del 2008.[36] Dall'album viene estratto come singolo Rainbow, che esce in un'inedita versione remixata da Glen Ballard. Per questo singolo viene realizzato anche un video, in cui si esibisce la ballerina statunitense Lacey Schwimmer, che insieme al suo partner aveva danzato sulle note di Dancing nel popolare programma americano.[37] Dopo alcuni showcase estivi per emittenti radiofoniche americane e dopo l'esordio avvenuto l'8 aprile 2008 al Joe's Pub di New York, tempio della musica alternativa e rampa di lancio per molti artisti stranieri, il 29 ottobre inizia da Toronto US/Canada Fall Tour 2008, il primo tour in Nord America di Elisa, composto da sedici concerti in poco meno di un mese. Elisa e la sua band propongono al pubblico americano le canzoni contenute nellalbum Dancing ed alcuni pezzi di punta del suo repertorio. Questo tour nei club, che si snoda tra gli Stati uniti e il Canada, fa tappa, tra le altre città, a Montreal, Boston, New York, Philadelphia, Chicago, Denver, Salt Lake City, Los Angeles, San Francisco e si conclude a Seattle il 24 novembre.[38]

Il 19 febbraio 2008 a Torino avviene la prima della versione italiana del musical rock Hair diretto da Giampiero Solari e di cui Elisa è direttrice artistica musicale; le varie tappe del musical ottengono successo in tutta Italia.[39] [40]

Nel maggio 2008 viene pubblicato da Rizzoli Un senso di me, libro in cui Elisa si racconta attraverso foto, commenti e pagine di diario.

Il tour americano di Elisa è stato anticipato da tre date italiane dello show Mechanical Dream: il 20 settembre 2008 all'Arena di Verona (Elisa è la prima donna in concerto ad esibirvisi[41]), il 30 settembre al Palalottomatica di Roma e il 7 ottobre al DatchForum di Assago. L'anno dopo lo show verrà premiato dalla rivista Sound&Lite come il migliore del 2008[42] [43], mentre la sovrintendenza dell'Arena di Verona premierà Elisa per il migliore show non lirico ospitato nella stagione 2008.

2009-2010. Progetti recenti e il nuovo album

[[File:AmicheXlAbruzzo.jpg|thumb|right|300px|Fiorella Mannoia, Laura Pausini, Gianna Nannini, Elisa e Giorgia cantano Donna D'Onna durante il concerto Amiche per l'Abruzzo]] Tra aprile e giugno del 2009 Elisa partecipa a due iniziative a favore della ricostruzione dell'Aquila a seguito del terremoto. Il 21 aprile 2009 partecipa alla registrazione del singolo Domani 21/04.09 voluto da Jovanotti e da Giuliano Sangiorgi[44]. Poi, il 21 giugno, allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano è stata una delle madrine del mega concerto Amiche per l'Abruzzo insieme a Laura Pausini, Gianna Nannini, Fiorella Mannoia e Giorgia, progetto nato da un'idea della stessa Pausini; al cast tutto di sole donne hanno aderirito centododici artiste italiane, di cui quarantasei si sono esibite sul palco.[45]

La cantautrice attualmente è al lavoro sul suo nuovo album di inediti, la cui uscita al momento non è prevista prima del 2010.


Discografia

Album

Anno Album Certificazione
1997 Pipes & Flowers* 4x Platino
2000 Asile's World 2x Platino
2001 Then Comes the Sun 4x Platino
2003 Lotus 4x Platino
2004 Pearl Days 2x Platino

*pubblicato in alcuni paesi Europei

Raccolte

Anno Album Certificazione
2006 Soundtrack '96-'06 Diamante
2007 Soundtrack '96-'06 Live 2x Platino
2007 ITunes Festival: London - Elisa (live)*

* raccolta disponibile esclusivamente per il download digitale su iTunes Store

Raccolte non pubblicate in Italia

Anno Album
2002 Elisa
2007 Caterpillar*
2008 Dancing

*pubblicata anche in Italia ma solo in edizione limitata

Singoli

Anno Album Brano
1997

1998

Pipes & Flowers
  • Sleeping in Your Hand
  • Labyrinth
  • A Feast for Me
  • Mr. Want
  • Cure Me
2000

2001

Asile's World
  • Gift
  • Happiness Is Home
  • Asile's World
  • Luce (Tramonti a nord est)
2001

2002

Then Comes the Sun
  • Heaven Out of Hell
  • Rainbow
  • Time (Planet Funk Remix)
  • Dancing
2003 Ricordati di me Original Soundtrack
  • Almeno tu nell'universo
2003 Lotus
  • Broken
  • Electricity
2004

2005

Pearl Days
  • Together
  • The Waves
  • Una poesia anche per te
2005 Melissa P. Original Soundtrack
  • Swan
2006 All the Invisible Children Original Soundtrack
2006

2007

Soundtrack '96-'06
  • Gli ostacoli del cuore (con Ligabue)
  • Eppure sentire (un senso di te)
  • Stay
  • Qualcosa che non c'è

Singoli pubblicati fuori dall'Italia

Anno Brano Album
1998 So Delicate So Pure Pipes & Flowers
2001 Fever Fever Pitch: Official 2002 Fifa World Cup
2002 Come Speak to Me Elisa
2002 Háblame Elisa
2003 Heaven Out of Hell Elisa
2006 Teach Me Again (con Tina Turner) All the Invisible Children Original Soundtrack
2007 Sentir Sin Embargo Soundtrack '96-'06 (versione spagnola)
2007 Stay Caterpillar
2007 Dancing Dancing
2008 Rainbow (Glen Ballard remix) Dancing

DVD

Anno DVD Edizione
2003 Lotus edizione limitata SACD+DVD
2004 Lotus edizione limitata doppio DVD
2006 Soundtrack '96-'06 edizione limitata CD+DVD
2007 Soundtrack '96-'06 Live CD+DVD

Cover

Anno Album/Singolo Brano
2002 Inno di Mameli
2003 Ricordati di me Original Soundtrack

Almeno tu nell'universo

2003 Lotus
  • Hallelujah
  • Femme Fatale
2003 Broken
  • (Sittin' on) the Dock of the Bay
  • Redemption Song
2006 Caterpillar

Wild Horses

Inediti e non ancora pubblicati

Brano Note
Anthea Prima canzone scritta [46]
Light Palmanova Brano contenuto nel file multimediale Lo stupore - The Amazement
Need Some Space

Patience

Rambling Bomb

Beautiful Mouth

Eseguite live durante alcuni tour
Reggae Then Comes the Sun Presente alla fine del dvd Soundtrack Live '96-'06 [47]
Un secondo Versione italiana del brano Stranger scritto in collaborazione con Mogol[48]
The Garden Brano citato in un'intervista [49]

Duetti e collaborazioni

Anno Artista collaborante Brano Album/Singolo Collaborazione
1995 Positive Men Intero album (ad eccezione dei brani 8 e 10) War Mongers corista
1999 La Comitiva Nottetempo Medicina Buona co-autrice e co-interprete
2000 Spacer Smile The Beamer co-autrice e interprete
2001 Tiromancino Nessuna certezza In continuo movimento co-interprete
2003 Avion Travel Vivere forte Poco mossi gli altri bacini co-interprete
2004 Casa del vento Rachel and the Storm Al di là degli alberi co-autrice e co-interprete
2005 Jade Opera In Silence co-autrice e co-interprete
2005 Ron Ma quando dici amore Ma quando dici amore co-interprete
2006 Tina Turner Teach Me Again All the Invisible Children Original Soundtrack autrice e co-interprete
2006 Corrado Rustici Rage & Dust Deconstruction of a Postmodern Musican co-autrice e interprete
2006 Luciano Ligabue Gli ostacoli del cuore Soundtrack Live '96-'06 co-interprete
2008 Bikini The Cat Superheroes, Next to Me, You and the Superheroes co-arrangiamento
2008 Enrico Nigiotti Addio Addio curatrice e arrangiatrice dei cori
2008 Andrea Bocelli La voce del silenzio (Live) Vivere. Live in Tuscany co- interprete
2009 Artisti Uniti per l'Abruzzo Domani 21/04.09 Domani 21/04.09 co-interprete

Autrice per altri artisti

Anno Artista Brano Album Collaborazione
1999 Filippa Giordano Anyway, Fly Me Away Passioni autrice di Anyway e co-autrice di Fly Me Away
2000 Gazosa World Has Got the Fever Gazosa autrice
2002 Dennis Fantina Finché vivrò Dennis solo compositrice
2006 Simona Bencini Tempesta Sorgente solo compositrice
2006 Rita Marcotulli Elettras Magic Stick The Light Side of the Moon co-autrice

Tour

Anno Nome Tour Stato
1997/1998 Pipes & Flowers Tour *
2000/2001 Asile's World Tour
2002 Then Comes the Sun Tour
2003/2004 Lotus Tour
2005 Pearl Days Tour
2005 Lotus Pearl Days Tour
2006 Tour Unplugged
2007 Suondtrack Live Tour
2007 Soundtrack Live Tour 2° parte
2008 Mechanical Dream Tour
2008 US/Canada Fall Tour

* supporter ai tour europei di Zucchero ed Eros Ramazzotti

Altre attività

Colonne sonore e spettacoli

Anno Titolo Note
2002 Ellis Island cantante e attrice protagonista
2006 Melissa P. co-compositrice della colonna sonora* e del brano Swan
2005/2006 Lintver compositrice della colonna sonora e del brano Lintver Main Theme
2006 Andata e ritorno interprete di se stessa in un episodio
2008 Hair direzione musicale, arrangiamento delle musiche

* in collaborazione con il compositore Lucio Godoy

Regia

Anno Videoclip/Cortometraggi Co-regia
2002 Rainbow Dakota Fanning
2003 Giornate di soli [50]
2006 Una poesia anche per te Daniele Zennaco
2007 Stay Marco Salom
2007 Qualcosa che non c'è

Produzione musicale

Anno Brano/Album
2000
  • Happiness Is Home (Elisa's remix)
  • Tic Tac
2003
  • Almeno tu nell'universo*
  • Lotus**
2006
  • Teach Me Again
  • Eppure sentire (un senso di te)***

* in collaborazione con Michele Centonze **in collaborazione con Pasquale Manieri ***coprodotto

Mostre Fotografiche

Anno Titolo Descrizione
2003/2004 Shhh i silenzi della natura Il canto silenzioso della natura fotografato da Elisa[51][52]
2006 Fotoamatori insospettabili Elisa espone 14 foto di natura[53]

Cover di altri artisti dei brani di Elisa

Anno Artista Brano Album
2004 Ailyn Háblame Ya Nada Queda*
2004 Alba Mesa Háblame*
2006 Veronica Marchi Dancing

I Know

Burning Hearts*
2008 Mango Luce (Tramonti a nord est) Acchiappanuvole

*album demo

Bibliografia

Anno Titolo Autore Editore
1999 "Per Elisa" storie, visioni e fantasie Nino Di Franco Arcana Editrice
2002 Mamma mia. 25 figli celebri parlano di lei* Andrea Affaticati Sperling & Kupfer
2007 Dark Angel - i testi di Jeff Buckley** Giulio Casale & Luca Moccafighe Arcana Editrice
2008 Il mondo di Tiziano Ferro - Ero contentissimo** Caterina Tonon Aliberti editore
2008 Elisa. Un senso di me Elisa Rcs MediaGroup
2008 Per te amore mio** (poesie di Jacques Prévert) Leopoldo Carra Adriano Salani Editore
2008 Fairy Girl Elisa si racconta a Simona Orlando Simona Orlando Arcana Editrice

*paragrafo scritto da Elisa **pensiero di Elisa

Premi e riconoscimenti

Anno Premio/Manifestazione Categoria/Riconoscimento/Motivazione
1998 Targa Tenco Miglior opera prima
1998 PIM - Premio Italiano della Musica Rivelazione italiana dell'anno
2001 51° Festival di Sanremo
  • Vincitrice della 51°edizione
  • Premio della Critica del Festival della canzone italiana "Mia Martini"
  • Premio Volare miglior Interpretazione
  • Miglior interprete del Festival
  • Premio Radio/Tv private
  • Premio Autori[54]
2001 MTV Europe Music Awards Miglior artista italiana
2001 Italian Music Awards
  • Miglior singolo Luce (Tramonti a nord est)
  • Miglior interprete femminile
  • Miglior composizione musicale
2002 PIM - Premio Italiano della Musica
  • Miglior artista femminile
  • Miglior singolo Luce (Tramonti a nord est)
2004 Meeting Etichette Indipendenti Miglior video di contaminazione artistica (per il singolo Together)
2005 Premio Videoclip Italiano Miglior artista femminile (per il video di Una poesia anche per te)
2005 XIII Tributo ad Augusto Daolio Per limpegno con lAssociazione ECPAT
2005 Premio Lunezia "Autrice dell'anno" Per il valore musical-letterario del brano Una poesia anche per te
2006 Premio Anima "Categoria Musica" Per il brano Teach Me Again
2006 Premio per la Pace 2006 Assegnato agli artisti impegnati nella solidarietà e nei progetti umanitari
2007 Premio speciale al Festivalbar Per la raccolta Soundtrack '96-'06
2007 Wind Music Award Per le vendite della raccolta Soundtrack '96-'06
2007 Premio Videoclip Italiano Per il video di Eppure sentire (un senso di te) (Artista femminile)
2008 Wind Music Award Per le vendite della raccolta Soundtrack '96-'06 Live
2009 Wind Music Award
  • "Best Show 2008", premio assegnato dalla rivista Sound & Lite per lo show Mechanical Dream
  • Premio assegnato dalla sovrintendenza dell'Arena di Verona per il migliore show non lirico ospitato nella stagione 2008

Certificazione delle vendite di dischi musicali

Disco Arancione Disco di Platino Disco di Diamante
1 Disco Arancione 26 Dischi di platino 1 Disco di diamante

Note

  1. http://archiviostorico.corriere.it/2001/ottobre/28/Mancano_cantautori_ribelli__co_0_011028-1777.shtml
  2. recensione di Pipes & Flowers su Allmusic.com consultato il 9 luglio 2009
  3. recensione di Asile's World su Allmusic.com consultato il 9 luglio 2009
  4. scheda di Elisa su Allmusic.com consultato il 12 luglio 2009
  5. dischi venduti. URL consultato il 4 ottobre 2008 .
  6. Elisa: E adesso un musical su Corriere.it 16 settembre 2005consultato il 11 giugno 2009
  7. http://www.mtv.it/music/archivio/newsiteBioArt.asp?ID=40462
  8. http://www.nove.firenze.it/vediarticolo.asp?id=a0.07.10.22.34
  9. http://espresso.repubblica.it/dettaglio-local/Tutto-il-mondo-di-Elisa-dentro-un-libro/2025354/6
  10. dal karaoke a sanremo su Rai.tv, 5 maggio 2008 consultato il 21 maggio 2009
  11. Luce (Tramonti a Nord-Est) su Galleriadellacanzone.com consultato il 1 Luglio 2009
  12. http://www.repubblica.it/2007/01/sezioni/persone/elisa-horror/elisa-horror/elisa-horror.html
  13. Luce (Tramonti a Nord-Est) su Galleriadellacanzone.com consultato il 1 Luglio 2009
  14. http://www.repubblica.it/online/spettacoli/mtvawards/francoforte/francoforte.html
  15. http://www.publiweb.com/service/ima2001.html
  16. http://www.kwmusica.kataweb.it/kwmusica/pp_scheda.jsp?idContent=83457&idCategory=2028
  17. http://www.rainet.rai.it/news/articolonews/0,9217,20770,00.html
  18. http://www.fimi.it/classifiche.asp?idtipo_classifica=3&idclassifica=689&archivio=true
  19. Elisa, nuovo album rock: «Voglio cantare la vita per denunciare la guerra» su Corriere.it del 14 ottobre 2004 consultato il 4 luglio 2009
  20. news di aprile 2005 su sito del Fun Club ufficiale. consultato il 3 luglio 2009
  21. http://www.premiolunezia.it/albo/index.htm
  22. http://www.rockol.it/PVI/default2.htm
  23. http://www.delirio.net/default.asp?id=220
  24. http://www.fimi.it/classifiche.asp?idtipo_classifica=3&idclassifica=1609&archivio=true
  25. http://www.fimi.it/classifiche.asp?idtipo_classifica=3&idclassifica=1662&archivio=true
  26. http://xl.repubblica.it/videodetail/125787
  27. http://it.wikipedia.org/wiki/Lista_dei_singoli_al_numero_uno_in_Italia#2006
  28. Dati da Rockol.it
  29. Dati da Rockol.it
  30. http://www.fimi.it/classifiche.asp?idtipo_classifica=1&idclassifica=1879&archivio=true
  31. http://www.fimi.it/classifiche.asp?idtipo_classifica=1&idclassifica=1911&archivio=true
  32. http://www.fimi.it/classifiche.asp?idtipo_classifica=1&idclassifica=1987&archivio=true
  33. http://www.fimi.it/dettaglio_documento.asp?id=763&idtipo_documento=1
  34. http://pubblicitaitalia.it/news.asp?id_news=37751
  35. Musica, con "Dancing" Elisa conquista il mercato Usa su Fondazioneitaliani.it,23 dicembre 2008. consultato il 13 maggio 2009
  36. Top 10 Billborad miglior album del 2008 (in it). teamworld.it. URL consultato il 23-12-2008 .
  37. Elisa e Lacey Schwimmer si incontrano al Roxy Theatre di Los Angeles su [1], 28 novembre 2008 consultato il 19 maggio 2009
  38. Elisa, per gli americani meglio dei Guns N' Roses su [2], 23 Dicembre 2008consultato il 19 maggio 2009
  39. Il pubblico decreta il successo del Musical HAIR in italiano su [3], 24 novembre 2008. consultato il 12 maggio 2009
  40. FordFiesta sponsor ufficiale del musical Hair su [4], 12 febbraio 2009.consultato il 12 maggio 2009
  41. L'incredibile Elisa star anche negli Usa su Corriere.it,10 maggio 2009 consultato il 14 maggio 2009
  42. Sound & Lite live 2008 su [http://www.soundlite.it/ Soundlite.it
  43. Soundlite pdf consultato il 13 maggio 2009
  44. Domani 21/04.09 su Soleluna.com, 24 aprile 2009. consultato il 28 aprile 2009
  45. Concerti, Laura Pausini per Amiche per l'Abruzzo: 'Mina, vieni anche tu su Rockol.it, 29 maggio 2009. consultato il 3 giugno 2009
  46. Elisa: la vita, le prime esperienze musicali su Livepoint.it, 15 maggio 2001, consultato il 9 maggio 2009
  47. Soundtrack Live 96/06 - CD+DVD in vendita a novembre su Elisatoffoli.com, 13 ottobre 2007, consultato il 10 maggio 2009
  48. Elisa 2002 Tour Dal vivo il terzo album su Scanner.it, consultato il 9 maggio 2009
  49. Elisa le parole che non vi ho detto su Siae.it consultato il 28 giugno 2009
  50. PayperMoon homepage su Paypermoon.com consultato il 30 maggio 2009
  51. Shhh i silenzi della natura su Studiovitalerp.it consultato il 1 giugno 2009
  52. Castello Normanno - Dettaglio evento su Teknemedia.net,consultato il 1 giugno 2009
  53. Fotoamatori Insospettabili Una mostra a Bibbiena con le immagini d'autore su Pasolini.net ,consultato il 6 giugno 2009
  54. http://www.rockit.it/pub/a.php?x=117)

Altri progetti

Collegamenti esterni

Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 17.07.2009 21:33:43

Questo articolo si basa sull'articolo Elisa (cantante) dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.