Wilhelm Kienzl

Wilhelm Kienzl

nato il 17.1.1857 a Waizenkirchen, Oberösterreich, Austria

morto il 19.10.1941 a Wien, Wien, Austria

Wilhelm Kienzl

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Wilhelm Kienzl (Waizenkirchen, 17 gennaio 1857 – Vienna, 19 ottobre 1941) è stato un compositore e direttore d'orchestra austriaco.

La sua famiglia si trasferì a Graz nel 1860, dove Kienzl studiò violino sotto la guida di Ignaz Uhl, pianoforte con il maestro Johann Buwa e composizione dal 1872 sotto gli insegnamenti di uno allievo di Fryderyk Chopin, Louis Stanislaus Mortier de Fontaine. Dal 1874 proseguì gli studi di composizione con Wilhelm Mayer-Rémy, quelli di estetica con Eduard Hanslick e storia della musica Friedrich von Hausegger.

Dopo il suo trasferimento al Leupzig Conservatory, avvenuto nel 1877, ebbe modo di studiare con Liszt a Weimar, prima di completare gli studi alla Università di Vienna.

Kienzl divenne un appassionato sostenitore di Wagner e a tal propositò fondò nel 1873 la Graz Richard Wagner Association.

Nel 1879 attraversò l'Europa con un tour, nel quale assunse il ruolo di pianista e di direttore d'orchestra.

Diresse le orchestre di Monaco di Baviera, di Amburgo, di Graz, di Amsterdam.

Tra le sue composizioni, si ricordano soprattutto musica da camera, sinfonica e corale, oltre alle importanti opere teatrali: Urvasi (1886), Der Evangelimann (1895), Don Quixote (1898), Der Kuhreigen (1911 al Wiener Volksoper con Maria Jeritza).[1]

Ha collaborato con varie riviste musicali e vari giornali; inoltre ha raccolto i suoi scritti in alcuni volumi, come ad esempio Miscellen (1886).

Note

  1. ^ "Dizionario di musica", di A.Della Corte e G.M.Gatti, Paravia, 1956,pag.321

Altri progetti

Controllo di autorità VIAF: (EN2656628 · LCCN: (ENn83178695 · ISNI: (EN0000 0001 0863 4428 · GND: (DE118777149 · BNF: (FRcb13895973q (data)
Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 10.11.2015 11:04:07

Questo articolo si basa sull'articolo Wilhelm Kienzl dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.