Banca dati musicale

Musicista

Joey DeFrancesco

Joey DeFrancesco

nato il 10.4.1971 a Springfield, PA, Stati Uniti d'America

Links www.joeydefrancesco.com (Inglese)

Joey DeFrancesco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera
Joey DeFrancesco

Joey Defrancesco in concerto in Italia nel 2002.
Nazionalità  USA
Genere Jazz[1]
Post-bop[1]
Soul jazz[1]
Bebop
Hard bop
Periodo di attività
1987in attività [1]
Strumento Organo Hammond
Tromba
Etichetta Columbia Records[1]
Concord Records[1]
Big Mo Records[1]
High Note Records[1]
Gruppi e artisti correlati John DeFrancesco
Miles Davis
Jimmy Smith
Sito ufficiale
Si invita a seguire lo schema del Progetto Musica

Joey DeFrancesco (Springfield, 10 aprile 1971) è un organista e  jazz statunitense.

Biografia

Nato a Springfield, in Pennsylvania, il 10 aprile 1971, è figlio d'arte: il nonno Joe e il padre John, noto come Papa John DeFrancesco, erano entrambi musicisti.[1] Per quanto i suoi inizi, alla tenera età di quattro anni, siano stati sul pianoforte, è passato in seguito all'organo Hammond, strumento di cui è divenuto un virtuoso.[1] Oltre alle tastiere suona anche la tromba,[1] All'età di dieci anni fa già parte di una band, con la quale si esibisce nei fine settimana, e assiste ai concerti di importanti organisti jazz come Jack McDuff e Richard Holmes.[1]

È appena diciassettenne quando, nel 1988, Miles Davis, dopo averlo conosciuto in un programma televisivo, gli propone un ruolo nella sua band, con la quale dopo essersi diplomato intraprende un tour.[1] Con Miles Davis, Joey DeFrancesco compare sull'album Live Around the World ed incide nel 1989 il disco Amandla.[1] Nello stesso anno pubblica il suo primo album da solista, All of Me.[2] La popolarità aumenta negli anni novanta quando comincia a collaborare intensamente con il chitarrista John McLaughlin.[1]

Il 27 giugno del 2000 pubblica l'album da solista Incredible!,[3] che vede la partecipazione di Jimmy Smith, musicista che ha reso popolare l'organo elettrico Hammond nel jazz[4] e grande ispiratore di Joey DeFrancesco.[1] Il 15 febbraio del 2005 esce invece Legacy,[5] seconda collaborazione con Jimmy Smith, uscito dopo la morte di quest'ultimo.[4]

Il 14 settembre 2010 esce l'album Never Can Say Goodbye: The Music of Michael Jackson, dedicato da Joey DeFrancesco al Re del pop scomparso l'anno precedente.[6]

Stile

Negli anni Joey DeFrancesco ha pubblicato quasi trenta album da solista e circa un centinaio di collaborazioni con altri artisti ed è uno dei pochi organisti jazz ad aver tenuto per molti anni di seguito il primo posto nelle classifiche di preferenza dei lettori di riviste specializzate. Il suo stile, per quanto rispettoso della lezione di grandi del passato quali Jimmy Smith, è fresco ed innovativo e le sue composizioni risultano tecnicamente complesse ed armonicamente profonde.

Dotato di un ottimo orecchio assoluto, è in grado di imitare il modo di suonare di numerosi jazzisti ma ha anche sviluppato un suo stile innovativo e coinvolgente.

Curiosità

In Italia ha collaborato con il chitarrista Lorenzo Frizzera, suonando in alcuni brani dell'album Everything Can Change, del 2009.[7]

Discografia

Solista

  • 1989 - All of Me
  • 1990 - Where Were You?
  • 1991 - Part III
  • 1992 - Reboppin'
  • 1993 - Live at the 5 Spot
  • 1994 - All About My Girl
  • 1995 - The Street of Dreams
  • 1998 - All in the Family
  • 1998 - All or Nothing at All
  • 1999 - The Champ
  • 1999 - Joey DeFrancesco's Goodfellas
  • 2000 - Incredible!
  • 2000 - The Champ: Round 2
  • 2001 - Singin' and Swingin'
  • 2002 - The Philadelphia Connection: A Tribute to Don Patterson
  • 2003 - Falling in Love Again
  • 2004 - Plays Sinatra His Way
  • 2005 - Legacy
  • 2006 - Organic Vibes
  • 2007 - Live: The Authorized Bootleg
  • 2007 - Baddest B-3 Burner in the Business
  • 2008 - Joey D!
  • 2008 - Estate
  • 2009 - Finger Poppin': Celebrating the Music of Horace Silver
  • 2009 - Snapshot
  • 2010 - Never Can Say Goodbye: The Music of Michael Jackson
  • 2011 - 40
  • 2012 - Wonderful! Wonderful!

Collaborazioni

  • 1987 - Grover Washington, Jr. - Strawberry Moon
  • 1989 - Miles Davis - Amandla
  • 1994 - Danny Gatton - Relentless
  • 1994 - John McLaughlin - After the Rain
  • 1995 - John McLaughlin - The Promise
  • 1995 - Jack McDuff e Joey DeFrancesco - It's About Time
  • 1996 - Miles Davis - Live Around the World

Riconoscimenti

  • The Down Beat Critics Poll:
    • 2002 Down Beat Critics Poll: Miglior Organista;
    • 2003 Down Beat Critics Poll: Miglior Organista;
    • 2004 Down Beat Critics Poll: Miglior Organista;
    • 2005 Down Beat Critics Poll: Miglior Organista;
    • 2006 Down Beat Critics Poll: Miglior Organista;
    • 2007 Down Beat Critics Poll: Miglior Organista;
    • 2008 Down Beat Critics Poll: Miglior Organista.
  • The Down Beat Readers Poll:
    • 2005 Down Beat Readers Poll: Miglior Organista;
    • 2006 Down Beat Readers Poll: Miglior Organista;
    • 2007 Down Beat Readers Poll: Miglior Organista;
    • 2008 Down Beat Readers Poll: Miglior Organista;
    • 2009 Down Beat Readers Poll: Miglior Organista.

Note

  1. 1,00 1,01 1,02 1,03 1,04 1,05 1,06 1,07 1,08 1,09 1,10 1,11 1,12 1,13 1,14 1,15 (EN)Joey DeFrancesco su Allmusic
  2. (EN)All of Me su Allmusic
  3. (EN)Incredible! su Allmusic
  4. 4,0 4,1 (EN)Jimmy Smith su Allmusic
  5. (EN)Legacy su Allmusic
  6. (EN)Never Can Say Goodbye: The Music of Michael Jackson su Allmusic
  7. (EN)Everything Can Change su Allmusic
Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 02.08.2013 22:27:32

Questo articolo si basa sull'articolo Joey DeFrancesco dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.