Banca dati musicale

Musicista

John Mayall

John Mayall - © www.johnmayall.com, Photo By Cristina Arrigoni

nato il 29.11.1933 a Macclesfield, North West England, Gran Bretagna

Links www.johnmayall.com (Inglese)

John Mayall

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

John Mayall (Macclesfield, 29 novembre 1933) è un cantante, polistrumentista e compositore inglese di fama internazionale, per lungo tempo il punto di riferimento fondamentale per la scena blues del suo paese[1].

Il suo complesso, i Bluesbreakers, ha rappresentato la formazione di transizione e di connessione tra il blues revival degli anni cinquanta e il blues rock degli anni sessanta[2].

Particolarmente capace nella scoperta di grandissimi talenti, dal gruppo di Mayall sono nati musicisti come Jack Bruce, Eric Clapton, Mick Taylor, Larry Taylor e Peter Green.

Tra gli album più significativi: Blues Breakers with Eric Clapton, Crusade, The Turning Point e Jazz Blues Fusion.

Biografia

Figlio di Murray Mayall, chitarrista e appassionato di musica jazz, fin dall'infanzia si appassionò ai musicisti blues americani fra cui Leadbelly, Albert Ammons, Pinetop Smith, and Eddie Lang, e imparò da autodidatta a suonare il piano, la chitarra e l'armonica.

Mayall frequentò la scuola d'arte e dopo fece tre anni di servizio militare con l'Esercito Britannico in Corea. Nel 1956, cominciò a suonare blues con gruppi quasi professionistici, "The Powerhouse Four" e, in seguito, "The Blues Syndicate". Sotto l'influenza di Alexis Korner, si trasferì a Londra e formò i "John Mayall's Bluesbreakers".

I Bluesbreakers erano una specie di banco di prova e di allenamento per musicisti blues, e ci furono diversi cambi di componenti prima dell'arrivo di Eric Clapton, con il quale il gruppo raggiunse il suo primo successo commerciale. Dopo che Clapton lasciò per fondare i Cream, i Bluesbreakers presero fra le loro file una serie di altri musicisti notevoli, fra cui Peter Green, John McVie, Kal David e Mick Taylor. Si riportano le parole di Eric Clapton: «John Mayall ha gestito una scuola per musicisti incredibilmente buona.»

Nei primi anni settanta, Mayall raggiunse il successo commerciale negli Stati Uniti e si trasferì al Laurel Canyon, a Los Angeles. Là ebbe un'importante influenza sulle carriere di musicisti come Blue Mitchell, Red Holloway, Larry Taylor e Harvey Mandel.

Mayall da allora ha continuato a suonare e dare concerti, ricostituendo anche i Bluesbreakers nel 1982.

Il 29 novembre 2003 ha effettuato un concerto a Liverpool portando sul palco, tra gli altri, Eric Clapton e Mick Taylor.

Discografia

Album

  • 1965 John Mayall Plays John Mayall (Decca) live
  • 1966 Blues Breakers with Eric Clapton (Decca)
  • 1967 A Hard Road (Decca)
  • 1967 Crusade (Decca)
  • 1967 The Blues Alone (Ace of Clubs)
  • 1968 The Diary of a Band Volume One (Decca) live
  • 1968 The Diary of a Band Volume Two (Decca) live
  • 1968 Bare Wires (Decca)
  • 1968 Blues from Laurel Canyon (Decca)
  • 1969 Looking Back (Decca) (64-7)
  • 1969 The Turning Point (Polydor) live at Fillmore
  • 1970 Empty Rooms (Polydor)
  • 1970 USA Union (Polydor)
  • 1971 Thru the Years (Decca) (64-8)
  • 1971 Back to the Roots (Polydor) (Riedizione 1988: Archives to the '80s) (Polydor) remix
  • 1971 Memories (Polydor)
  • 1971 John Mayall - Live In Europe (London PS 589) edizione USA di "Diary Of A Band Vol. 2" + compilazione
  • 1972 Jazz Blues Fusion (Polydor) live
  • 1973 Moving On (Polydor) live
  • 1973 Ten Years Are Gone (Polydor)
  • 1974 The Latest Edition (Polydor)
  • 1975 New Year, New Band, New Company(ABC - One Way)
  • 1975 Notice to Appear (ABC - One Way)
  • 1976 Banquet in Blues (ABC - One Way)
  • 1977 Lots of People (ABC - One Way) live LA
  • 1977 A Hard Core Package (ABC - One Way)
  • 1977 Primal Solos (Decca) live'66-8
  • 1978 Last of the British Blues (ABC - OneWay) live
  • 1979 The Bottom Line (DJM)
  • 1980 No More Interviews(DJM)
  • 1982 Road Show Blues (DJM) (Riedizione 1995: Why Worry. 2000: Lost and Gone. 2001: Reaching for the blues'. 2006: Godfather of the Blues. 2007 Big Man)
  • 1985 Behind The Iron Curtain (GNP Crescendo) live Hungary
  • 1987 Chicago Line (Entente - Island)
  • 1988 The Power of the Blues (Entente) live Germany (Riedizione 2003: Blues Forever)
  • 1988 (<-1968)Archives to Eighties (Polydor)
  • 1990 A Sense of Place (Island)
  • 1992 Cross Country Blues (One Way)['81-4]
  • 1993 Wake Up Call (Silvertone)
  • 1994 The 1982 Reunion Concert (One Way) live'82
  • 1995 Spinning Coin (Silvertone)
  • 1997 Blues for the Lost Days (Silvertone)
  • 1999 Padlock on the Blues (Eagle)
  • 1999 Rock the Blues Tonight (Indigo) live'71
  • 1999 Live at the Marquee 1969 (Eagle) live'69
  • 1999 The Masters (Eagle) live'69+interv.
  • 2001 Along For The Ride (Eagle/Red Ink)
  • 2002 Stories (Red Ink)
  • 2003 70th Birthday Concert (Eagle) live'03
  • 2005 Road Dogs (Eagle)
  • 2005 Rolling with the Blues (Recall) live'72-82 2CD+DVD (Riedizione 2006 The private Collection (Snapper) 2CD)
  • 2007 Live at the BBC (Universal) '65-7 & '75
  • 2007 In the Palace of the King (Eagle)
  • 2007 Live From Austin, Texas (13 sept. 93)
  • 2009 Tough (Eagle)
  • 2014 A Special Life (Forty Below Records) (nov. 2013)
  • 2015 Find A Way To Care (Forty Below)
  • 2015 John Mayall's Bluesbreakers - Live in 1967 vol. 1 (Forty Below)
  • 2016 John Mayall's Bluesbreakers - Live in 1967 vol. 2 (Forty Below)
  • 2017 Talk About That (Forty Below)

Bootleg ed edizioni limitate

  • 1969 Beano's Boys (bootleg)
  • 1984 Blues Alive (RCA/Columbia)
  • 1990 Crocodile Walk
  • 1996 Bulldogs For Sale (bootleg)
  • 1999 Mayapollis Blues (bootleg)
  • 1999 Horny Blues The first 5 years
  • 2000 Time Capsule (Private Stash) Limited release (archivio privato di J.Mayall 57-62)
  • 2001 UK Tour 2K (Private Stash) Limited release
  • 2001 Boogie Woogie Man (Private Stash) Limited release
  • 2003 No Days Off (Private Stash) Limited release
  • 2004 Bluesbreaking! (3br Records, antologia non autorizzata)

Videografia

  • 2003 70th Birthday Concert (Eagle) live '03 CD & DVD
  • 2004 Live at Iowa State University DVD live'87
  • 2004 Cookin' Down Under DVD (Private Stash) Limited release
  • 2004 The Godfather of British Blues/Turning Point DVD (Eagle)
  • 2005 Rolling with the Blues (Recall) live'72-82 2CD+DVD
  • 2007 Live at the Bottom Line, New York 1992

Onorificenze

Ufficiale dell'Ordine dell'Impero Britannico
— 2005

Note

Bibliografia

  • Bob Brunning, The Fleetwood Mac Story: Rumours and Lies, Omnibus Press, 2004, prefazione di B.B. King
  • Christopher Hjort (con prefazione di John Mayall) Strange Brew: Eric Clapton and the British Blues Boom 1965-1970, Jawbone 2007, ISBN 1-906002-00-2
  • Harry Shapiro, Alexis Korner: the Biography, Bloomsbury Publishing PLC, Londra 1997 con discografia di Mark Troster
  • Bob Brunning Blues: The British Connection, Helter Skelter, Londra 2002, ISBN 1-900924-41-2
  • Dick Heckstall-Smith The Safest Place in the World: a Personal History of British Rhythm and Blues, Clear Books 2004, ISBN 0-7043-2696-5
  • Peter Green, Peter Green - Founder of Fleetwood Mac, Martin Celmins, Londra 1995. Prefazione di B.B. King
  • Eric Burdon con J. Marshall Craig, Don't Let Me Be Misunderstood, Thunder's Mouth Press, New York 2001
  • Paul Myers, Long John Baldry and the Birth of the British Blues GreyStone Books, Vancouver 2007

Voci correlate

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autorità VIAF (EN19866198 · ISNI (EN0000 0001 1439 1792 · LCCN (ENn87125445 · GND (DE12938-2922 · BNF (FRcb13897251z (data)
Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 29.04.2018 20:29:15

Questo articolo si basa sull'articolo John Mayall dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.