Stevie Nicks

Stevie Nicks - © Matt Becker on en.wikipedia

nata il 26.5.1948 a Phoenix, AZ, Stati Uniti d'America

Links www.stevienicksofficial.com (Inglese)

Stevie Nicks

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Stephanie Lynn Nicks, detta Stevie (Phoenix, 26 maggio 1948), è una cantautrice statunitense.

Carriera

Stevie Nicks è la cantante del gruppo musicale rock anglo/statunitense Fleetwood Mac. Grazie ai numerosi successi ottenuti nel corso di più di 40 anni di carriera, tra cui 9 dischi di platino, 3 dischi d'oro[1] e otto nomination ai Grammy Awards come solista, più due Grammy, 2 dischi di diamante[2] e una sua canzone arrivata alla prima posizione[3] insieme ai Fleetwood Mac, è riuscita a meritarsi il titolo di "Regina del Rock"[4]. Oltre che per la sua attività di cantante del gruppo, è conosciuta anche per la sua estesa carriera da solista, che collettivamente le hanno fruttato più di 40 singoli nella classifica top 50 e 140 milioni di copie vendute. Come membro della band, è stata introdotta nel 1998 nella Rock and Roll Hall of Fame; è stata inoltre nominata, dopo l'uscita del suo primo album da solista, "La Regina in carica del Rock and Roll" ed una dei "100 più grandi cantanti di tutti i tempi" dalla rivista Rolling Stone,[5] nonché una dei 100 più grandi compositori di canzoni di tutti i tempi;[6] i primi due album dei Fleetwood Mac che vedono la sua partecipazione sono stati inseriti, insieme al suo primo album da solista, nella lista dei 200 migliori album di tutti i tempi della rivista Billboard.[7]

Rumours, il secondo album inciso dalla band a seguito del suo ingresso, è uno degli album più venduti al mondo con circa 40 milioni di copie vendute, ha vinto il Grammy Award nella categoria "Album dell'anno" nel 1978 ed è stato incluso nella lista dei 500 migliori album di tutti i tempi alla 26ª posizione[8] e in quella dei 50 migliori album rock femminili alla 4ª[9], entrambe stilate dalla rivista Rolling Stone. Dall'album furono estratti in totale quattro singoli, tra cui Dreams di Nicks, che risulta essere l'unico brano della band a raggiungere la prima posizione negli USA.

Nel 1981, pur rimanendo nella band, pubblica il suo primo album da solista, Bella Donna. L'album raggiunge la prima posizione negli USA e contiene le hit Stop Draggin' My Heart Around, primo singolo estratto che vede la partecipazione di Tom Petty and The Heartbreakers e che raggiunge la 3ª posizione negli Stati Uniti, Leather and Lace, secondo singolo in duetto con Don Henley che raggiunge la 6ª posizione ed Edge of Seventeen, che raggiunge l'11ª posizione, rimanendo tutt'ora la canzone più iconica della cantante. L'album è stato certificato 4 volte disco di platino negli Stati Uniti e 2 volte disco di platino in Canada ed ha venduto circa 8 milioni di copie in tutto il mondo, risultando l'album da solista più venduto della cantautrice. In seguito ha inciso altri sette album in studio.

Nel 2013 prende parte a due episodi della terza stagione di American Horror Story, interpretando se stessa, nelle vesti di una strega bianca.[10] Nel decimo episodio della stagione interpreta al pianoforte due suoi brani: Rhiannon e Has Anyone Ever Written Anything for You. Nell'ultimo episodio della stagione canta il celebre pezzo Seven Wonders, estratto dall'album dei Fleetwood Mac Tango in the Night.

È un giudice abilitato nello stato dell'Arizona ed ha unito in matrimonio la sua amica Vanessa Carlton e John McCouley nel 2013.

Nel 2017 partecipa al brano Beautiful People Beautiful Problem di Lana Del Rey, contenuta nell'album Lust for Life.

Nel 2018 torna ad interpretare se stessa nei panni di una strega bianca in un episodio dell'ottava stagione di American Horror Story.

Discografia

Solista

Album in studio

  • 1981 – Bella Donna
  • 1983 – The Wild Heart
  • 1985 – Rock a Little
  • 1989 – The Other Side of the Mirror
  • 1994 – Street Angel
  • 2001 – Trouble in Shangri-La
  • 2011 – In Your Dreams
  • 2014 – 24 Karat Gold: Songs from the Vault

Raccolte

  • 1991 – Timespace - The Best of Stevie Nicks
  • 1998 – Enchanted
  • 2000 – The Divine Stevie Nicks
  • 2007 – Crystal Visions - The Very Best of Stevie Nicks

Con Lindsey Buckingham

  • 1973 - Buckingham Nicks

Con i Fleetwood Mac

  • 1975 – Fleetwood Mac
  • 1977 – Rumours
  • 1979 – Tusk
  • 1982 – Mirage
  • 1987 – Tango in the Night
  • 1990 – Behind the Mask
  • 2003 – Say You Will

Filmografia

  • American Horror Story – serie TV, episodi 3x10-3x13-8x05 (2014-2018)

Note

  1. ^ (EN) Stevie Nicks – Gold & Platinum, Recording Industry Association of America. URL consultato il 15 settembre 2017.
  2. ^ (EN) Fleetwood Mac – Gold & Platinum, Recording Industry Association of America. URL consultato il 15 settembre 2017.
  3. ^ (EN) Fleetwood Mac - Chart history, su billboard.com. URL consultato il 15 settembre 2017.
  4. ^ (EN) Born in 1948, Stephanie Lynn Nicks was voted The Reigning Queen of Rock and Roll by Rolling Stone magazine, su the guardian, 21 novembre 2014.
  5. ^ (EN) 100 Greatest Singers of All Time, su Rolling Stone. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  6. ^ (EN) 100 Greatest Songwriters of All Time, su Rolling Stone. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  7. ^ (EN) Greatest of All Time Billboard 200 Albums : Page 1, in Billboard. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  8. ^ (EN) 500 Greatest Albums of All Time, su Rolling Stone. URL consultato il 15 settembre 2017.
  9. ^ (EN) Women Who Rock: The 50 Greatest Albums of All Time, su Rolling Stone. URL consultato il 15 settembre 2017.
  10. ^ (EN) Stevie Nicks Is the White Witch on 'American Horror Story', Rolling Stone, 9 gennaio 2014. URL consultato il 27 maggio 2015.

Bibliografia

  • (EN) Edward Wincentsen, Stevie Nicks: Rock's Mystical Lady, Wynn Pub, 1995, ISBN 9780964280816.

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autorità VIAF (EN84210649 · ISNI (EN0000 0001 1476 1466 · LCCN (ENn90658675 · GND (DE119278332 · BNF (FRcb13897953k (data)
Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 08.12.2018 13:50:45

Questo articolo si basa sull'articolo Stevie Nicks dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.